Chirurgia del naso

CHIRURGIA DEL NASO

L'area di riferimento è il naso, se ‘aquilino’, ‘a patata’, troppo largo o troppo alto.

La rinoplastica può ridurre o aumentare le dimensioni del naso, cambiarne la forma del dorso o della punta, restringere la larghezza delle narici, modificare l’angolo naso labiale e migliorare la respirazione nasale.

Il naso è l'elemento centrale del viso. La sua forma caratterizza il volto e influisce sull'espressione somatica. Per ricreare armonia nei tratti è necessario mettere in relazione le proporzioni del naso con quelle della fronte e del mento, oltre a valutare nell'insieme i parametri facciali. Durante la visita il chirurgo valuterà le reali possibilità d'intervento e tenendo in considerazione la richiesta del paziente, esporrà le soluzioni realisticamente accessibili.

Le incisioni possono essere praticate all'interno delle mucose nasali (risultando del tutto nascoste) o alla base del segmento cutaneo tra le due narici, detto columella (risultando appena percettibili, data l'estensione dell'area interessata e la collocazione). Dopodiché, si procede con il rimodellamento delle parti cartilaginee ed ossee della piramide nasale, ed in caso di anomalie di tipo funzionale, delle cartilagini del setto e dei turbinati.
Share by: